Confettura di Melone aromatizzata alla Cannella

Facilissima preparazione per una confettura particolare, buona sia da spalmare sul pane per la prima colazione e adatta anche, ad accompagnare formaggi ed affettati.

2 meloni, 1 mela, zucchero, 1 limone, cannella.

Tagliare a tocchetti i meloni che devono essere maturi e la mela, aggiungere circa metà di zucchero del peso ottenuto dalla frutta mondata, inserire il tutto in una casseruola e portare a ebollizione. Continuare la cottura per circa tre quarti d’ora.  A metà cottura aggiungere il succo del limone e a fine cottura un cucchiaino di cannella in polvere.  Per rendere omogenea la purea aiutarsi con un frullatore a immersione. Una volta pronta e ancora bollente  versarla nei vasetti caldi. Avvitare i coperchi e voltarli subito lasciandoli così fino al raffreddamento.

 

Peperoni gialli all’uvetta

 

Per 6/8 persone
Ingredienti:
5 peperoni gialli dolci tipo quadrato
50 grammi di uvetta essiccata in chicchi grandi
olio d’oliva
sale
aceto bianco
zucchero
Pulire i peperoni dai semi interni e tagliali a tocchetti. Farli saltare in una padella capiente con un goccio d’olio. Mescolare con un cucchiaio di legno e dopo una trentina di minuti aggiungere un cucchiaio di zucchero, un altro di aceto bianco, l’uvetta e continuare la cottura per un’altra mezz’ora.

Contorno molto semplice da realizzare, adatto alle giornate estive, si può servire anche a temperatura ambiente. Si accompagna a carni bianche e rosse e formaggi.

Come conservare le melanzane

Con l’estate, stagione così ricca di frutta e ortaggi inizia il momento clou per le conserve, da poter poi assaporare tutto l’anno, anche nei mesi invernali, e che, perché no, possono servire come deliziosi presenti natalizi.

La melanzana è un ortaggio che si presta molto bene ad essere conservato e molte sono le ricette facili che si eseguono senza l’uso di fornelli.

Melanzane sott’olio:

Dopo avere tolto la buccia delle melanzane, indifferentemente tonde o lunghe, si tagliano a rondelle dello spessore di mezzo centimetro e si depongono in uno scolapasta cospargendole di sale grosso , si coprono con un canovaccio e sopra si mette un peso ( barattolo pieno ad esempio). Si tengono così per 24 ore. Dopo si immergono in una terrina con aceto bianco e succo di limone ( pari quantità) e si tengono per altre 24 ore. Passato strizzano e si depongono nei vasetti con uno spicchio d’aglio, peperoncino, origano coprendono con ottimo olio d’oliva. Aspettare almeno un paio di settimane prima di consumarle.

Sono buonissime.

 

Risotto al Melone

Il melone, termine con cui si identifica sia la pianta rampicante , cucumis melo, sia il frutto, è antichissimo, in Sardegna sono stati rinvenuti semi che risalgono all’età del bronzo oltre mille anni prima di Cristo. Il frutto oltre essere molto gustoso da mangiare da solo o in macedonie, accompagnato con gelato, si sposa molto bene con il salato tra cui il risotto al melone.

Per 6 persone.
Ingredienti:
olio
mezzo bicchiere di vino bianco
mezza cipollotto bianco fresco
mezzo melone
parmigiano, una buona manciata
riso carnaroli circa 2,5 etti
panna fresca da cucina
pepe
brodo vegetale.

Stufare la cipolla, precedentemente tagliata a pezzetti finissimi, aggiungere il riso e tenendo il fuoco vivace versare il vino e girare per un minuto in maniera che l’alcool possa evaporare. Quindi versare  gradualmente il brodo vegetale che deve essere caldo e aggiungere il melone tagliato a tocchetti . A metà cottura inserire la manciata di parmigiano grattugiato. Mantecare con la panna fresca e pepare. Decorare, volendo,con palline di melone, utilizzando lo scavino.

Gazpacho con pesto al basilico e mandorle

Il gazpacho è uno dei piatti più tipici della tradizione spagnola, andalusa, che va assolutamente servito freddo. Molte possono essere le varianti ma alla base ci sono sempre gli ortaggi della stagione estiva. La ricetta tradizionale prevede anche la mollica di pane ammorbidita, che si può sostituire con dei crostini sbriciolati.

Ingredienti per 6 persone:

6 pomodori succosi,
2 peperoni rossi,
una cipolla,
un cetriolo,
uno spicco d’aglio,
una buona manciata di foglie di basilico,
parmigiano,
mandorle  spellate,
olio,
sale,
peperoncino.

Sbollentare i pomodori per un paio di minuti e quindi eliminare la pellicina, pulire i peperoni dai semi, inserirli nel mixer con la cipolla e il cetriolo, frullare il tutto fino ad ottenere una crema. Aggiungere sale, peperoncino e lo spicchio d’aglio, far riposare in frigo per almeno quattro ore.
Preparare la crema di basilico frullando il basilico le mandorle il parmigiano e l’olio.
Servire freddo in bicchierini o coppette versando prima il gazpacho  e poi un paio di cucchiaini della crea di basilico.

DISSETARSI E’ UN OBBLIGO

Abbiamo bisogno di bere almeno un litro e mezzo d’acqua ogni giorno e d’estate questo fabbisogno cresce, causa il caldo che fa aumentare la sudorazione. Con le temperature elevate, sembra quasi che il semplice bicchier d’acqua fresca non riesca a dissetare e questa sensazione in parte è vera perché si perdono diversi sali minerali che quindi abbiamo bisogno in qualche maniera reintegrare. Difatti è preferibile in estate adottare una dieta in cui il consumo di frutta e verdura sia superiore al resto dell’anno.

Per quanto concerne l’acqua suggerisco di tenere in frigo una caraffa di acqua insaporita da qualche erba aromatica o da un frutto. Alcuni esempi: menta, limone, arancia e mirtilli. E’ semplicissimo preparare queste acque rinfrescanti e nel contempo integratori: basta aggiungere qualche fettine di un limone, cinque, sei fragole, una decina di foglioline di menta etc. e tenere l’acqua in frigo per qualche ora prima di consumarla.

Nelle erboristerie vendono anche delle preparazioni per tisane dissetanti ed energizzanti che anche queste, dopo la bollitura, vanno bevute fredde mai ghiacciate.

 

Spaghetti di Zucchini con Crema di Avocado

E’ buona regola non mangiare carboidrati alla sera, per carità qualche eccezione ci può stare, ma non troppe. E noi italiani come possiamo fare senza concederci un gustoso piatto di pasta anche per cena?

Il problema è risolto: spaghetti di zucchini!

Ottima risoluzione per un primo o un antipasto sfizioso da presentare in coppette oppure per accompagnare un secondo.

Bisogna attrezzarsi con un’ affetta-verdure che tagli zucchini, carote, patate etc. a forma di spaghetti di varia misura, fino ai più grossi formati come le tagliatelle. Ce ne sono in commercio di vari tipi e prezzi che vanno da circa 10 ai 40 euro. In genere sono manuali e sono semplici da usare, molto comodi quelli simili a dei grossi temperamatite.

Dopo aver temperato uno zucchino, gli spaghetti sono pronti, non occorre sbollentarli, cosa che invece serve se scegliete formati più grandi, tipo tagliatelle. Si condiscono a piacere in base ai vostri gusti.

Ecco alcuni suggerimenti per condimenti che bene si sposano con gli zucchini: pomodorini e mozzarella, olio leggermente agliato e gamberetti, oppure una crema di avocado rapida e semplice da preparare: frullare l’avocado, un cetriolo, un cucchiaio di olive taggiasche denocciolate, succo di mezzo limone e un pezzetto di zenzero. Guarnire a piacere con dei pomodori datterini.