Il taxi è chic

Chi di voi non ha presente quelle scene di film americani,  dove da un’auto gialla, insignificante, si vedono sbucare un paio di gambe perfette  che  una volta sul marciapiede stanno in perfetto equilibrio su tacchi vertiginosi.

Qui in Italia siamo più legate all’auto di proprietà, ma se non si ha una vera esigenza di spostarsi quotidianamente con la macchina, perché non sbarazzarsene e fare una scelta più ecologica, più economica e anche più charmant.

Se abitiamo in una città grande o piccola che sia, calcoliamo in quanto tempo raggiungiamo il posto di lavoro con mezzi alternativi alle quattro ruote, tram, bicicletta, piedi. E la zona dove abitiamo è sufficientemente servita?

Se il posto di lavoro lo raggiungiamo facilmente in metro o a piedi, se abbiamo sotto casa gli alimentari e magari, a pochi passi, il mercatino dell’orto-frutta a chilometro zero, beh perché non vendere la nostra auto?

Il risparmio annuale di un’utilitaria che faccia 10.000 chilometri circa, si aggira attorno ai 3.200 euro ( dati che si trovano sui giornali finanziari).

Pensate, con questa cifra, quante volte potrete scendere da un taxi ed arrivare direttamente all’ingresso del teatro e nel contempo risparmiare!

Iniziamo dalle Scarpe!

Pochi soldi ma spesi bene. E’ regola base.  Prima di iniziare lo shopping sapere quello che veramente serve. Iniziamo dalle scarpe. Ovvio!

Controlliamo le nostre vecchie calzature, quelle adatte alla primavera: per prima cosa eliminiamo quelle  sformate, scolorite, quelle decisamente fuori moda!  Attenzione a tacchi e punte: sono l’indice incontrovertibile dell’età!

E senza rimpianti facciamo spazio in scarpiera: regaliamo alla Caritas o a qualsiasi altra associazione benefica quelle scarpe che hanno già abbastanza camminato con noi.

Bastano 5 paia di scarpe per affrontare gran parte delle occasioni che sicuramente la primavera ci riserva: sneaker, ballerine, décoltèe, mocassini, d’Orsay.

                                                                                                          SNEAKERS

Non sono poi tante  e sicuramente un paio di ballerine o il classico décolleté già son presenti nella scarpiera, quindi  se dobbiamo investire nelle calzature, scegliamo scarpe possibilmente in materiali naturali, pelle, cuoio, tela, etc.

Le scarpe sono importanti perché i nostri piedi sono importanti!