Prepariamo lo zaino per Santiago di Compostela

Affrontare il cammino con lo zaino corretto è fondamentale, così come sono fondamentali le scarpe.

Regola principale, mai incamminnarsi con un paio di calzature nuove, testarle bene con qualche passeggiata di qualche ora in ambiente collinare/ montano. Vanno bene degli scarponcini da trekking di pesantezza media, comunque la scelta della scarpa è sempre molto soggettiva, c’è chi le preferisce scarpe basse chi con sostegno della caviglia, chi completamente impermeabili chi in materiali traspiranti, etc. Ognuno scelga in base alle proprie esigenze e soprattutto al proprio piede. Il cammino si snoda in un percorso per lo più pianeggiante a parte il tratto dei Pirenei.

Lo zaino dev’esere sempre porporzionato alla statura. Sappiate che per dieci, venti giorni, un mese sarà la vostra casa.

Io che sono di media corporatura, donna, ad esempio, non riesco a portare sulle spalle più di sette chili ed ecco quello che riesco a mettere via.

Un paio di sandali, uno di ciabatte infradito di gomma per poter fare docce, un paio di calze da trekking, due magliette, un pile, una giacca media pesantezza frangivento, un paio di bermuda o qualsiasi altro pantalone di ricambio, una mantella, un asciugamano in microfibra, un berretto o bandana, un pezzo di sapone da bucato, intimo ,non più di due slip e un reggiseno, un sacco a pelo leggero se si intraprende il cammino nei mesi estivi, borraccia, sciampo/bagnoschiuma, spazzolino da denti, crema solar di protezione e una lenitiva, scorta di cerotti, pinzette, forbicine, (e quello che in genere si introduce in beauty case da viaggio).

Ah dimenticavo: un libro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *