Ultima moda: oro vegetale

Siamo tutte un po’ gazze ladre e siamo attirate da ciò che più brilla e luccica: l’oro giallo è sicuramente un richiamo forte: e come resistere al capim dourado!

 Un’erba color oro che si presenta sotto forma di sottili steli e un piccolo fiore in cima, il quale viene tagliato e lasciato cadere a terra per favorire una naturale risemina durante il processo di raccolta che si effettua solo una volta all’anno, nei mesi di settembre-ottobre nel nord-est del Brasile.

Il suo colore non muta nel tempo a contatto con l’acqua, né si scolorisce al sole, non fa parte delle graminacee per cui non dà allergie.

La caratteristica fondamentale del capin dourado è la sua leggerezza: collane e soprattutto orecchini pendenti vistosi,  grandi si possono indossare in tutta tranquillità perché il loro peso è nullo.  Monili, pochette, cinture bottoni, realizzati sapientemente da artigiani indios attraverso un lungo processo di lavorazione, si possono trovare in molti mercatini etnici e in siti online, Il loro costo varia, a seconda delle dimensioni e della lavorazione, e va da un minimo di 10 euro per i monili più piccoli a un massimo di 100 euro per lavorazioni più importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *