Impariamo dai gatti

I gatti sono tra gli animali che vivono con noi, quelli che meno sono disposti a modificare le loro abitudini: al gatto non possiamo insegnare però dal gatto possiamo imparare…..

  1. stiracchiamento: quando si svegliano i gatti prima di mettersi in moto dedicano non poco agli allungamenti e sbadigli. Facciamolo anche noi: si può iniziare già a letto e poi, sempre con massima dolcezza dei movimenti, una volta in piedi, interessando tutti i muscoli dalla testa ai piedi, compreso il volto. E’ uno stretching elementare ma che aiuta a partire.
  2. pulizia: in ordine è la seconda attività a cui i gatti si dedicano con cura e precisione. Su questo punto non credo ci sia nulla da dire: è un imperativo! Capelli, corpo, denti sempre puliti, in ordine, profumati.
  3. curiosità: anche il gatto “vecchiotto” non smette di essere curioso. E’ sempre interessato, per lui la gioia della scoperta e della conoscenza è palpabile: impariamo a guardare il mondo che ci circonda con curiosità. E’ una chiave per rimanere giovani.
  4. caccia: anche il gatto unico di casa, che fa i capricci se non ha le crocchette della sua marca preferita, non abbandona la caccia. Ma per lui è divertimento! Per questo quando usciamo dobbiamo essere ben armate – i nostri armadi ci daranno ogni giorno il suggerimento per l’arma di seduzione più adatta.
  5. attesa:  cosa fanno i nostri amici felini per lungo tempo: osservano con attenzione quello che avviene attorno a loro. Guardano e imparano, sanno attendere prima di sferrare l’attacco, ma sono capaci di lasciar andare e tornare sui loro passi.                                                                                                                                                                              E ogni loro azione è sempre all’insegna dell’eleganza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *